Due parole su un premio condiviso

Savino Carbone
di Savino Carbone
L'angolo del direttore
29 febbraio 2016

Due parole su un premio condiviso

Il 'Campione' per Grand Refugee Hotel è un riconoscimento alla storia di BitontoTv

Quando si riceve un prestigioso riconoscimento come il "Premio Giornalista di Puglia - Michele Campione", credo che la prima cosa da fare sia condividere questo successo con chi ogni giorno contribuisce alla mia crescita personale.

Come ho già avuto modo di spiegare ieri all'ex Palazzo della Provincia, il "Campione" a Grand Refugee Hotel (in concorso nella sua versione pubblicata dal The Post Internazionale, per cui ringrazio sentitamente il direttore Giulio Gambino) rappresenta un piccolo traguardo per il progetto BitontoTV. La formula "un'inchiesta giornalistica vecchio stile che racconta con sobrietà ed efficacia le storie invisibili degli ospiti del centro di accoglienza", con cui mi è stato consegnato il premio, rappresenta a mio modo di vedere il riconoscimento di un obiettivo che, ogni giorno nel nostro piccolo (e non senza difficoltà), continuiamo a porci: offrire uno sguardo altro, meditato, che sopravvive ai tempi frenetici del web.

È tanto importante che il lettore d'oggi possa ritrovarsi in un panorama d'informazione ampio ed eterogeneo, e che in questo contesto ci siano sì spazi dedicati al dispaccio quotidiano ma anche al reportage, all'approfondimento, all'opinione intelligente. BitontoTV è ri-nata lo scorso Maggio con questa idea e ogni giorno continua a lottare per difendere questa linea editoriale.

Non poteva essere diversamente, in effetti: una grande tradizione editoriale alle spalle, le esperienza illuminate dei gruppi diretti da Lara Carbonara e Marica Buquicchio mi e ci danno ogni giorno forza e ispirazione per cavalcare le onde di questa straordinaria avventura. Ieri la rivoluzione frenetica del web, oggi un giornalismo che si decostruisce per esplorare nuovi linguaggi (come quello fotogiornalistico, di cui il reportage premiato è un esempio). Non a caso il reportage è apparso sulla nostra testata nel giorno del settimo compleanno di BitontoTV, con a corredo due pezzi di Sabino Paparella e Carmela Loragno, firme storiche della testata.

Per questo il premio "Campione" non è mio, ma nostro. Della squadra che ogni giorno continua a stimolarmi e di chi in passato ha alimentato la fiamma BitontoTV. Ma soprattutto di tutti coloro i quali decideranno di costruire, con sudore, mattone dopo mattone, la nostra agognata Tecla.