Assodeejay promuove la prima compilation

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
24 febbraio 2016

Assodeejay promuove la prima compilation

Sarà realizzata in partnership con BitontoTV. Aperte le selezioni

E’ in arrivo la prima compilation di Assodeejay, l’Associazione Nazionale Deejay Artisti ed Esecutori. La compilation conterrà una dozzina di brani inediti selezionati dai “giudici” incaricati dall’associazione secondo i criteri presenti nel Regolamento.

Le selezioni sono aperte a tutti gli artisti italiani o stranieri in grado di realizzare brani del tutto inediti purché iscritti all’associazione. I brani per partecipare alla selezione per la compilation vanno inviati a info@assodeejay.it entro il 27 marzo 2016. Il regolamento è disponibile sul sito www.assodeejay.it. L'intera compilation sarà realizzata in partnership con BitontoTV.

L’associazione sta crescendo e sta ottenendo risultati importanti. Lo dimostrano gli accessi al sito in continua crescita e i riconoscimenti che stanno arrivando. Ultimo in ordine di tempo la possibilità per i deejay di partecipare alla ripartizione dei proventi dei diritti musicali. Ora Assodeejay vuole dare qualcosa in più: da qui l’idea della compilation. L’obiettivo è quello di far conoscere ai giovani deejay i loro diritti e i loro doveri per poter lavorare nella legalità, senza svendere le proprie capacità.

“Siamo in un momento estremamente felice di crescita numerica e di immagine. – dichiara il presidente nazionale di Assodeejay, Mario Di Gioia. – Questo non solo per le nostre prese di posizione per sostenere sempre di più la legalità e limitare i danni della concorrenza sleale di chi si svende per serate musicali senza avere alcuna capacità artistica e/o professionale, ma anche per le iniziative avviate in collaborazione con le istituzioni (Inps, Parlamento, Governo). Abbiamo, ad esempio, incontrato recentemente a Roma il vicedirettore dell’Inps, con cui abbiamo avviato da tempo la sperimentazione dell’Agibilità online che ancora oggi riesce a tutelare in qualche modo il lavoro dei DJ e anche degli artisti che non si piegano alle imposizioni dei gestori o dei proprietari dei locali.  – conclude Di Gioia –  E nel 2016 Assodeejay vuole fare il “botto””.