Scuola. Dalla Regione ok all'autonomia della don Tonino a Palombaio e al polo professionale

di La Redazione
Cronaca
26 gennaio 2016

Scuola. Dalla Regione ok all'autonomia della don Tonino a Palombaio e al polo professionale

La decisione è arrivata nelle scorse ore. Abbaticchio: 'Amministrazione attenta alla formazione'

Il piano di dimensionamento della rete scolastica della Regione Puglia lascia a Bitonto sei autonomie e apre alla creazione del polo professionale che aggregherà il Volta e il De Gemmis.

La Regione Puglia, dunque, ha accolto la proposta dell'Amministrazione Comunale per la creazione di un Istituto di Istruzione Secondaria Superiore per la formazione Tecnica e Professionale. La nuova scuola - per cui la Regione ha concesso il placet, non gravando sui carichi dell'ente - costituirà un'eccezione nel panorama formativo provinciale, nascendo dall'aggregazione dell'Istituto Tecnico Tecnologico "Volta", che ha sede in via Matteotti, con i corsi di agraria e chimico-biologico dell'Istituto Professionale per l'Agricoltura "De Gemmis".

"Si tratta di una vittoria politica importante perchè abbiamo il primo polo unico tecnico-professionale a Bitonto, che dedicherà grande attenzione al settore agricolo, che costituisce per noi un volano per turismo rurale - ha commentato il sindaco Michele Abbaticchio - in questo senso basti pensare alle più recenti collaborazioni con il Politecnico e l'Università in materia di olio e Centro Tecnologico". Per di più il Volta dovrebbe assumere anche la dirigenza del De Gemmis, al momento vacante e con sede a Terlizzi.

Tra gli istituti secondari di primo grado, da segnalare è l'autonomia concessa alla Don Tonino Bello di Palombaio, che va ad unirsi alla schiera composta dal Sylos, Fornell, Caiati, Modugno-Rutigliano e Cassano-De Renzio. Quest'ultima verrà trasferita nei locali della Rogadeo, in via Berlinguer, per cui è stato previsto un servizio navetta per consentire a tutti gli studenti di raggiungere la struttura. "Abbiamo avuto l'autonomia a Palombaio, un ulteriore segnale per la frazione e per l'Amministrazione, che ha vinto una battaglia storica - continua il Sindaco - intanto il Quarto Gruppo vede finalmente la possibilità di godere di una scuola priva di barriere architettoniche e con strutture sportive adeguate". Un quadro che spiegherebbe "come la scuola sia stata al centro delle politiche di questa Amministrazione, e per cui mi sento di ringraziare tutti i consiglieri, gli assessori e Rosa Calò e Vito Masciale".