Scossone in Consiglio. Palmieri si dimette

di La Redazione
Politica
11 gennaio 2016

Scossone in Consiglio. Palmieri si dimette

La decisione arrivata nelle ultime ore. Abbaticchio: 'Voglio capire la posizione di Laboratorio'

Vito Palmieri lascia. A poco meno di sedici mesi dalla fine della consiliatura, l'ex Presidente del Consiglio Comunale ha rassegnato le dimissioni dalla carica di consigliere. Una notizia giunta improvvisa, ma che pare circolasse già da qualche ora tra i ben informati.

Il leader di Laboratorio, dunque, abbandona Corso Vittorio Emanuele sei mesi dopo aver lasciato la poltrona di Presidente del Consiglio - occupata sinora dal vice Cuoccio - a margine della tornata elettorale per il Consiglio Regionale che lo aveva visto in corsa. Nulla si sa al momento sulle motivazioni della scelta, è risaputo, però, che dalle Regionali in poi il rapporto di Palmieri con la coalizione di governo non è stato idilliaco. Anzi. Come per la Presidenza, le dimissioni sono arrivate senza una nota ufficiale, lasciando perplessi il primo cittadino Michele Abbaticchio che attende "di capire la posizione di Laboratorio sulle dimissioni e sulla conseguente posizione dell'assessore Domenico Incantalupo".

Già, Incantalupo, fedelissimo della prima ora di Palmieri, che ha sempre sposato la causa dell'ex Presidente, tanto da chiedere - dopo le dimissioni di Palmieri - di non partecipare, da assessore, alle riunioni collegiali. A differenza di Carelli e Patierno che a Giugno si definivano "perplessi del recente operato degli esponenti del Laboratorio". Una vicenda che farà discutere e potrebbe influire sui delicati equilibri politici della maggioranza. Nel frattempo pare che il seggio di Palmieri sarà occupato da Emanuele Schettini, in primo dei non eletti in seno a Laboratorio nel 2012.