Dalla paura al coraggio, ecco Memento

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
27 gennaio 2016

Dalla paura al coraggio, ecco Memento

Tra gli ospiti Paolo Mieli e Giulietto Chiesa. In programma la mostra fotografica OtherStories di Anna Lisa Fioriello

Giunge alla quarta edizione Memento, il progetto dell'Amministrazione comunale di Bitonto, che celebra le due giornate della Memoria (27 gennaio) e del Ricordo (10 febbraio) con un ricco programma frutto dell'incontro tra le proposte proprie del Comune e quelle pervenute dalle scuole e dalle associazioni locali. Mostre, spettacoli teatrali, letture ed incontri animeranno alcuni luoghi socio-culturali della città per due settimane dal 27 gennaio al 12 febbraio. Memento è un'occasione per fare memoria, conoscere, riflettere e imparare sul tema dei genocidi di ogni epoca e spazio, prendendo spunto dai tragici fatti degli anni '40 del Novecento.

Come ogni anno il Comune di Bitonto ha invitato tutte le scuole di ogni ordine e grado a presentare proposte e progettualità per la creazione di un cartellone unico di eventi. Risposte positive sono arrivate dall'European Language School con l'articolata progettualità dal titolo "Dalla paura al coraggio. La Storia attraverso le Storie", dalll'Istituto Tecnico Tecnologico Statale "Alessandro Volta", dall'Istituto Comprensivo Statale "Modugno-Rutigliano" e dal Liceo Classico e Linguistico "C.Sylos". Il ricco programma di eventi dell'edizione 2016 di MEMENTO si articolerà in tre grandi percorsi: le mostre e gli spettacoli teatrali, gli incontri e i dibattiti, i cineforum.

Spiccano, per importanza dei relatori e per la tematica oggetto del dibattito, l'incontro con Paolo Mieli sul tema "Interpretare il nostro tempo: l'arma della memoria", che avrà come interlocutore Stefano Costantini, caporedattore di Repubblica Bari, in programma il 30 gennaio al Teatro Traetta. E ancora, l'incontro sugli scenari geo-politici europei e mondiali con Giulietto Chiesa, il prof. Andrea Carteny e Sabino Paparella, in programma sempre al Traetta a conclusione della manifestazione il 12 febbraio. Nel programma altri quattro incontri/dibattiti con numerosi ospiti, che affronteranno temi storici e contemporanei: la Shoa, le Foibe, il genocidio degli Armeni e la condizione delle donne nella cultura islamica.

Spazio anche al teatro e alla musica con quattro appuntamenti. Gianni Lillo interpreterà la perfomance teatrale "Uccidimi!" il 27 gennaio nel Torrione Angioino; gli studenti del Liceo Classico "Sylos" saranno protagonisti il 2 febbraio al Teatro Traetta di "Luci sull'Olocasuto": i genocidi nel teatro, nella musica e nel cinema", un reading musicato sulle grandi tragedie del XX secolo. Teatrermitage di Molfetta porterà in scena "Il Canto del Lager", tratto da "L'istruttoria" di Peter Weiss, il 5 febbraio al Traetta, in un doppio matinèe riservato alle scuole e in una recita serale aperta al pubblico, ed infine La Grande Orchestra Italiana diretta dal M° Simone Mezzapesa, il 9 febbraio sempre al Traetta, darà vita al concerto spettacolo "Maramao perché sei morto: immagini, voci e canzoni per non dimenticare", scritto da Laura Fano, e con la partecipazione del Coro di Voci Bianche della Scuola primaria "Cassano".

In programma anche tre mostre: la mostra fotografica "OTHERSTORIES" di Anna Lisa Fioriello (a cura di Antonio Valenza e BitontoTV) sarà inaugurata il 27 gennaio nel Torrione Angioino, per rimanervi fino al 10 febbraio; il 2 febbraio, in occasione del reading degli studenti del Liceo Classico "Sylos", nel Teatro sarà allestita una mostra fotografica sull'Eccidio degli Armeni del Centro Studi Hrand Nazariantz, a cura di Giuseppe Cuoccio; dal 18 al 30 gennaio nell'Aula Magna dell'Istituto "Alessandro Volta" la mostra fotografica e documentale "GLI INTERNATI MILITARI ITALIANI", a cura di Laura Fano.

Grande spazio riservato al cinema e ai forum con gli studenti nel Torrione Angioino con una ricca offerta curata dall'European Language School: proiezioni al mattino e alla sera, per le quali è possibile prenotare telefonando all'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica al numero 0803739912.

"Memento - spiegano il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, e l'assessore al Marketing Territoriale, Rino Mangini - è un progetto culturale dedicato ai giovani e agli studenti, inserito anche nel Piano dell'Offerta Formativa Territoriale del Comune, che ha il grande obiettivo di far porre nuovi interrogativi alle giovani generazioni affinchè siano più consapevoli del contesto storico in cui sono nati e in cui vivono e vivranno. Incontri, dibattiti, film e drammatizzazioni teatrali sono strumenti attraverso cui cerchiamo, ed essi stessi cercano quando ne sono i protagonisti, di riflettere sui fatti del mondo, passati e contemporanei, non più come singoli, ma come comunità".

Il programma completo di Memento 2016 è consultabile sul sito internet del Comune di Bitonto (www.comune.bitonto.ba.it); info e aggiornamenti sono disponibili anche sulla pagina evento di Facebook "Memento 2016".