Consiglio. Dopo Palmieri, si dimette Franco Rutigliano

di La Redazione
Politica
22 gennaio 2016

Consiglio. Dopo Palmieri, si dimette Franco Rutigliano

Il dem lascia l'assise. La maggioranza guadagna un pezzo: entra Valeriano in quota Sel

Nuovo scossone in Consiglio Comunale. Dopo le dimissioni di Vito Palmieri, arriva il dietrofront di Franco Rutigliano: il consigliere del Partito Democratico ha lasciato la propria poltrona in seno all'assise nelle scorse ore.

Non si conoscono ancora i motivi della scelta, protocollata già nella giornata di ieri, ma i bene informati parlano di problemi squisitamente personali. Certo è che, se l'uscita di Palmieri era stata vista come sintomo di frizioni all'interno della maggioranza, le dimissioni di Rutigliano potrebbero dare ossigeno alla coalizione che governa Palazzo Gentile. Al democratico, subentrerà Michele Valeriano, primo dei non eletti della lista Sinistra Ecologia e Libertà. Un fedelissimo dell'assessore Michele Daucelli e dello stesso sindaco Abbaticchio.

Quello di Rutigliano resta l'ultimo atto di un percorso che, in tre anni, lo ha portato a sedere prima tra i banchi della maggioranza in Consiglio, poi ad aderire al gruppo indipendente, per passare infine tra le fila del Partito Democratico. D'altronde il Consigliere negli ultimi diciotto mesi non ha nascosto un certo malessere nei confronti della maggioranza, arrivando a lasciare la carica di delegato sindaco di Mariotto.

Come detto, però, con l'entrata di Valeriano la maggioranza ritrova un pezzo, assieme al neo Laboratorio Emanuele Schettini, che da subito ha dichiarato il proprio appoggio all'Amministrazione. Un punto a favore per Abbaticchio & Co. che potrebbero così blindare la consiliatura sino al 2017. E tornare a condurre con maggior serenità i lavori a Palazzo Gentile. Nell'agenda diverse questioni da sbrogliare, prima su tutte quella del Presidente del Consiglio.