Il 'Salotto Cantautori' porta la musica d'autore a Bitonto

Elita Farella
di Elita Farella
Cultura e Spettacoli
01 dicembre 2015
Photo Credits: Francesco Solfrizzo

Il 'Salotto Cantautori' porta la musica d'autore a Bitonto

Si è svolta lo scorso sabato la serata dedicata ai cantautori italiani emergenti

Nella suggestiva cornice del Torrione Angioino, a Bitonto, ha avuto luogo lo scorso 28 novembre il "Salotto Cantautori", un concerto-evento - quest'anno curato da Vito Muschitiello e Pasquale Garofalo - teso a promuovere i migliori cantautori italiani emergenti ed indipendenti che presentano i propri dischi in tutta Italia, costituendo una lodevole alternativa al mercato mainstream della musica.

Dopo i saluti del sindaco Michele Abbaticchio, ad aprire il concerto è stato Maurizio "Mizio" Vilardi, cantautore molfettese ma anche scrittore di poesie e ninne nanne. E' lui a strappare gli applausi più calorosi cantando: "...siamo alberi, terra tra le mani, radici sotto i piedi". È stato poi il turno di Rita Zingariello una giovane artista gravinese e Pietro Verna, "Artigiano della musica e delle parole" di origini baresi.

Luca Mercurio un altro artista bitontino, affiancato dalla consorte Anna Fioriello, ha presentato un brano dedicato al noto anarchico bitontino Gino Ancona. Un'idea originale, che ha musicato il famosissimo sciopero della fame condotto da Gino nel 2005 (che costituì anche il comitato "Salviamo Piazza Moro",ndr) contro la realizzazione di un parcheggio interrato di cinque piani, al di sotto della centralissima piazza Aldo Moro.
Gli ultimi ad esibirsi sono stati due dei quattro membri della band molfettese "K-ANT Combolution", famosa per fondere il genere rap e quello rock cercando di scrivere anche testi impegnati socialmente, e vincitrice del contest legato al "MediMex" nel 2011.

La serata si è conclusa con il contributo dell'artista bitontino Pierfrancesco Uva che ha realizzato tre tele omaggiando altrettanti cantautori italiani molto famosi, come Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè e Mina.