Giubileo. Aperte le Porte Sante dei Santi Medici

Filippo Lovascio
di Filippo Lovascio
Cultura e Spettacoli, Video
21 dicembre 2015

Giubileo. Aperte le Porte Sante dei Santi Medici

L'appuntamento inaugura ufficialmente a Bitonto l'anno della misericordia

"Il simbolo della porta, segno della via che conduce al Padre, ci accompagni negli ultimi giorni che ci separano dal Natale del Signore e in tutto questo Anno Santo". Questo l'augurio di mons. Francesco Cacucci al termine della Santa Messa da lui presieduta nella Basilica dei Santi Medici per l'apertura della seconda Porta Santa di Bitonto.

La celebrazione, a cui ha partecipato un grande numero di fedeli, insieme alle autorità della città, è iniziata in piazza XXVI Maggio da cui si è snodata la processione di tutti i presenti che hanno seguito il vescovo nell'entrata dalla Porta. "Questa seconda porta affida ai Bitontini un duplice impegno" ha aggiunto il vescovo, "sempre di più dovete portare a tutti la testimonianza dell'amore misericordioso di Dio. Sia la vostra una presenza viva che annunci la gioia di essere salvati da Lui. Come Maria, che in fretta si mette al servizio e si affida a Dio, rimettiamoci anche noi alla carità e al perdono di Cristo, sotto l'intercessione dei Santi Medici".

 

L'apertura delle Porte

 

Il Giubileo può davvero dirsi iniziato a Bitonto: come le previsioni facevano pensare, lo stile di Francesco, già evidente nella Misericordiae Vultus e sempre più sottolineato nelle parole del vescovo, è intervenuto anche nell'organizzazione dell'Anno Santo. Non solo è stata attuata una semplificazione dei riti e delle forme delle celebrazioni, ma soprattutto una ritrovata religiosità e un recupero dell'essenzialità più autentica del Giubileo.

Durante il primo appuntamento in cui diventano sedi giubilari anche città di tutto il mondo e lontane da Roma, il tema della Misericordia riflette il pensiero del Pontefice sempre rivolto ai più bisognosi e ai più deboli delle periferie del mondo. Ora più che mai il Santo Padre accompagna la Chiesa tutta verso un cammino di purificazione, ricercando la misericordia e il perdono di Dio. L'ultimo appuntamento nell'iter dell'apertura delle Porte Sante della diocesi è quello di Capurso, il 1 Gennaio 2016.