Episodio 2.14: Il risveglio dello Spoiler

Rocco D'Ingillo
di Rocco D'Ingillo
Lo spoiler, Seconda Stagione
17 dicembre 2015

Episodio 2.14: Il risveglio dello Spoiler

Uno Spoiler senza spoiler, contro il Lato Oscuro degli Spoiler

È probabilmente tutto iniziato da una telefonata. Dovevo accorgermi di questa minaccia fantasma già da quel momento. Ho chiamato un mio amico qualche settimana fa per chiedergli se sarebbe uscito, ma la sua risposta è stata del tutto inaspettata:

"No non adesso, sto guardando The Walking Dead e ho appena scoperto che Coso* è vivo".

[*Coso: nome di fantasia per evitare spoiler]

E così, gratuitamente, ho ricevuto uno spoiler enorme. Ed è anche (quasi) finita un'amicizia. È stato il primo campanello d'allarme di qualcosa di molto più grande e potente. Ma oggi è tutto più chiaro. Il Lato Oscuro dello Spoiler è tornato, più forte che mai.

Non che il demone dello spoiler fosse mai morto definitivamente, ma in questi ultimi giorni la sua forza ha iniziato a scorrere potente. Soprattutto sul web. Ed è tutto quasi sicuramente collegato all'uscita dell'attesissimo Episodio VII della saga di Star Wars: Il Risveglio della Forza.

La febbre da Star Wars ha contaminato tutto il web, e non solo. Una Forza potente ha iniziato a scorrere nell'Internet per contaminare vecchi e nuovi fan della fortunata saga di George Lucas. Negli ultimi giorni, in occasione dell'uscita imminente del nuovo capitolo della saga, un'enorme quantità di account Facebook e Twitter ha deciso di soccombere al Lato Oscuro dello Spoiler in vari modi.

C'è chi ha deciso di abbandonare la realtà virtuale per qualche giorno, facendosi sconfiggere dalla sempre più forte minaccia dello Spoiler. Account disattivati e abbandonati sono state le prime vere carcasse della nuova guerra dello Spoiler. C'è chi invece ha deciso di votarsi al Lato Oscuro, andando a vedere l'anteprima del film solo per ottenere il potere di spoilerarlo al resto del mondo.

È così iniziata una nuova guerra, a metà tra il reale e il virtuale, tra Bene e Male. Tra la Forza e il Lato Oscuro. Tra Jedi e Sith spoileratori. In quanto fan della saga, ho iniziato anch'io a sentirmi confuso e spaventato da qualsiasi tipo di informazione che contenesse anche il minimo riferimento a Star Wars. Ho iniziato a percepire una paura sempre più crescente e minacciosa dentro di me, e ho iniziato a temere che il Lato Oscuro dello Spoiler prendesse anche me.

Ho cercato ovunque degli strumenti che mi permettessero almeno di limitare i danni che tutto questo avrebbe comportato. Ho pensato all'aggeggio che inventò Ted Mosby di How I Met Your Mother per evitare che qualcuno gli spoilerasse la finale del SuperBowl: il Sensory Deprivator 5000.

Ho scoperto che Google Chrome ha addirittura messo a disposizione due estensioni anti-spoiler per Star Wars. Ho iniziato a percepire davvero la minaccia, sempre meno lontana e sempre più reale. Specialmente dopo l'uscita del film, quando sono iniziate a comparire le prime recensioni. Alcune spoiler-free, altre no.

E alla fine sono arrivati anche i post su Facebook. E poi i tweet. Alcuni ignari, altri meno. La minaccia dello Spoiler è diventata, di colpo, assolutamente reale. Mortale. In questi momenti di crisi, di solito, cerco di fare affidamento a figure sagge e portatrici di buoni consigli. Ho provato anche stavolta ad evocare la loro Forza, ma i primi tentativi non sono stati molto proficui.

Il primo a comparirmi è stato Chewbecca. Probabilmente mi avrà dato consigli saggissimi, ma non ci ho capito niente. Ho comunque raccolto i punti salienti del suo messaggio, nella speranza di trovare un traduttore di quelli molto, molto bravi:

 

 

I tentativi successivi non sono stati felicissimi. Prima C1-P8 (o R2-D2, come vi piace di più), poi Jabba The Hutt, e a seguire tanti altri, assolutamente incomprensibili. Ho iniziato a perdere la speranza e a credere che non ce l'avrei fatta, che lo Spoiler mi avrebbe preso prima che potessi reagire. Ma poi ho sentito una voce:

“Usa la Forza!”

Mi sono concentrato davvero, e alla fine mi è comparso davanti agli occhi il maestro Yoda.

“La paura è la via per lo Spoiler. La paura conduce all'ira, l'ira all'odio; l'odio conduce allo Spoiler. Io sento molta paura in te, giovane Padawan. Lo Spoiler sconfiggere devi, e affrontarlo saprai. Ma al Lato Oscuro dello Spoiler mai cedere devi! Se anche una sola volta la strada buia tu prenderai, per sempre essa dominerà il tuo destino! E anche la tua bacheca!”.

Sono stato per un attimo tentato di chiedergli se avesse origini sarde, ma ho lasciato perdere. Ho iniziato a cogliere il messaggio. Ho iniziato a sentire scorrere forte la Forza in me. La Forza di non leggere. Di non aprire nessun maledetto link. Di filtrare qualsiasi tipo di informazione che fosse collegata al film. E a qualsiasi altro maledetto Spoiler futuro. Sono poi andato oltre, scoprendo il vero potere della Forza per sconfiggere gli Spoiler, ovvero la totale sospensione del giudizio su qualsiasi tipo di informazione. Senza preoccuparmi della fonte, né del messaggio. Ogni informazione sul film e su qualsiasi altra cosa spoilerabile nell'Universo si rivelerà allo stesso tempo vera e falsa prima della visione del film stesso. Una specie di gatto di Schrödinger dell'informazione, la più potente arma anti-spoiler mai creata.

Quando ho riaperto gli occhi, il Maestro Yoda era scomparso. Ma la Forza è rimasta. E con lei, una nuova speranza.

Ogni forma di Spoiler si è subito trasformata in un tipo di informazione attendibile quanto una notizia di Lercio.it, quasi per incanto. A quel punto mi sono però anche reso conto che probabilmente la situazione mi è sfuggita di mano, e per salvare la mia parte residua di sanità mentale ho dovuto compiere un'ultima, inevitabile azione. Mi sono finalmente deciso a comprare un biglietto per “Il Risveglio della Forza”. 

E addio, Lato Oscuro. Addio per sempre, maledettissimi Spoiler.