Consiglio Comunale. Ecco le presenze di tutti i consiglieri

Savino Carbone
di Savino Carbone
Politica
28 dicembre 2015

Consiglio Comunale. Ecco le presenze di tutti i consiglieri

BitontoTV ha analizzato tutte le diciannove sedute del 2015

Uno dei metri per valutare l'operato di un Consigliere Comunale è certamente valutare il numero di presenze nella massima assise. Nonostante il lavoro di un componente dell'assemblea si articoli in sedute di Commissioni, perizie, sopralluoghi, front office con i cittadini e in numerosi altri compiti, le riunioni del Consiglio rappresentano la sintesi quantitativa di tutto l'impegno profuso per il bene comune.

BitontoTV ha calcolato le singole presenze per l'anno solare 2015 partendo dai numeri forniti dalle deliberazioni di Consiglio pubblicate sull'albo pretorio e sull'archivio storico degli atti del Comune di Bitonto. Da Gennaio ad oggi (dal calcolo è escluso il prossimo e ultimo Consiglio, ndr) Palazzo Gentile ha celebrato 19 sedute, per una media di 1,6 a mese - ovviamente non sono state calcolate le sedute che non hanno raggiunto il numero legale. Facendo una media delle presenze di tutta l'assise, emerge che un consigliere è stato presente in media 14 volte, coprendo il 75% circa delle sedute. Questo perchè tra maggioranza e minoranza si alternano veri e propri stakanovisti e consiglieri che, durante le assemble, hanno frequentato poco Corso Vittorio Emanuele.

 

Le presenze dei consiglieri di maggioranza

 

Nel dettaglio, i consiglieri con il numero di presenze più alto sono Giovanni Ciccarone di Progetto Comune e Ricatti di Sel: i due non hanno saltato nemmeno una seduta e, qualora dovessero essere presenti il prossimo 30 Dicembre, chiuderebbero l'anno con un en plein. Appena dietro Febbrile e Farella degli indipendenti, Pippo D'Acciò di Città Democratica, l'UdC Toscano a quota 18. A ruota seguono Patierno, Modugno, Masciale, Rossiello e Ricci con 16 presenze, Palmieri (prima da Presidente, poi da semplice consigliere, ndr), Mundo, Lozito, Cuoccio e il primo cittadino Abbaticchio con 15. E quindi i vari Damascelli (14), Natilla (13), De Palma (11).

 

Le presenze dei consiglieri di minoranza

 

Menzione speciale meritano il consigliere Maiorano e il duo Fioriello/Pafetta. Ad Aprile il primo è subentrato al dimissionario Paolo Intini (2 presenze) e, nel frattempo, ha guadagnato 12 presenze, Fioriello e Pafetta, invece, hanno smezzato l'anno fino alla nomina ad assessore dell'Idv: appena 3 presenze per il delegato comunale, già nove per il suo sostituto.

C'è però anche chi non brilla in questa speciale classifica. Su tutti Vito Labianca. L'ex assessore ha fatto registrare appena 6 presenze in Consiglio, spesso entrando in aula ad assemblea già insediata. Il minimo indispensabile, insomma, per evitare la decadenza. Appena una presenza in più (7) il socialista Gala, accompagnato, in maggioranza, dal malpancista Carelli (solo 9, nemmeno il 50%). Come Rutigliano che, nelle sue esperienze tra maggioranza e opposizione, ha racimolato appena 9 presenze. Poco per l'ex delegato per la frazione di Mariotto, che non ha mai nascosto di guardare con interesse all'esecutivo.