Comitati di Quartiere. Ieri le elezioni per Porta Robustina

di La Redazione
Politica, Cronaca
14 dicembre 2015

Comitati di Quartiere. Ieri le elezioni per Porta Robustina

Affluenza al 12,5%. Doppiato il risultato precedente. Luciana Quarta presidente

I Comitati di Quartiere raddoppiano, almeno nei dati statistici. Dalle consultazioni per il Consiglio Direttivo del Quartiere 2, quello che si sviluppa attorno a Porta Robustina, emergono dati più confortanti rispetto alla tornata dello scorso Ottobre: se quella volta, per quattro Quartieri, appena seicento cittadini si recarono alle urne allestite a Palazzo Gentile, nella giornata di ieri in Piazza Caduti hanno votato 373 persone, su circa 3000 aventi diritto. Il 12,5%.

Un dato non certo entusiasmante, ma rincuorante, considerate le polemiche scoppiate all'indomani del misero 5% raccolto da Quartieri 3,4,6,9. "Un dato felice - ha confermato l'assessore al Governo Partecipato, Rino Mangini - che significa tanto: pian piano la cittadinanza sta facendo proprio lo strumento dei Comitati".

 

si è appena concluso lo spoglio delle schede delle elezioni del Consiglio Direttivo del Comitato di Quartiere n.2 (Porta...

Posted by Assessore Mangini on Domenica 13 dicembre 2015

 

Pur non essendo il dato più alto registrato (a Palombaio, quartiere unico, si raggiunse il 20%), quello di Porta Robustina porta con sé diverse riflessioni. L'affluenza maggiore potrebbe avere molteplici cause. Innanzitutto non si tratta della prima tornata: i Quartieri 3, 4, 6, 9 hanno rappresentato un banco di prova e, inconsapevolmente, uno strumento informativo, che ha raggiunto sicuramente più cittadini della campagna di sensibilizzazione avviata sui social network e per strada. Secondo, Porta Robustina è da considerarsi, probabilmente, l'unico Quartiere dalla matrice identitaria comune. Ultima periferia prima delle frazioni, i residenti hanno da sempre reclamato unanimemente attenzioni da parte delle Istituzioni. La voglia di riscatto potrebbe aver rappresentato una molla importante per la partecipazione a quello che, in effetti, è una forma di primo governo dal basso.

Un dato interessante resta, comunque, l'elezione della terza donna presidente del Consiglio Direttivo. Si tratta di Luciana Quarta, eletta con 129 preferenze. Di più. Tra i candidati compariva anche Nouredinne Souii, il primo cittadino di origini non italiane a mettersi in gioco nella partita Comitati.

E mentre ieri mattina si è tenuta la prima assemblea del Comitato di Quartiere 6, dal Comune contano di concludere la partita elezioni i primi di Febbraio, programmando i bandi per i restanti Quartieri.