Aro. Terlizzi gestirà le premialità sulla differenziata

di La Redazione
Politica, Cronaca
02 dicembre 2015

Aro. Terlizzi gestirà le premialità sulla differenziata

Intanto si lavora a rilento per la costituzione del Cda Sanb

Sarà Terlizzi a gestire gli oltre 870 mila euro di finanziamento regionale destinati all'Aro Ba/1 per gli interventi finalizzati al potenziamento della raccolta differenziata. Lo comunica con una stampa direttamente il Comune del nord barese, capofila dell'Ambito che si occuperà del servizio di raccolta rifiuti.

"L'Aro1 Ba è uno fra i cinque aro sui trentotto totali della Puglia che sono stati ritenuti meritevoli di questa premialità grazie ai risultati conseguiti - ha relazionato il sindaco di Terlizzi, Ninni Gemmato, durante una recente seduta di Consiglio Comunale - Da agosto, quando cioè è stata comunicato ufficialmente l'attribuzione del meccanismo premiale per il nostro Ambito, ad oggi, abbiamo continuato a lavorare costantemente sulla questione e siamo giunti alla conclusione che la soluzione migliore in questo momento sia che a gestire questo finanziamento sia il Comune di Terlizzi, in quanto capofila. Il che significa che la gara europea per l'approvvigionamento dei mezzi per la raccolta dei rifiuti dovrà essere bandita dal nostro Comune per tutto l'Aro1 Ba e che, ovviamente, al finanziamento avranno accesso per quota parte i cinque Comuni di Ambito. Il tutto, naturalmente, nel rispetto dell'attuale assetto normativo che ci vede aderire a una Centrale Unica di Committenza per la gestione unitaria delle gare ad evidenza pubblica".

Intanto i sindaci dei Comuni coinvolti lavorano - seppur a rilento - per preparare il documento propedeutico alla nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Sanb, la società per azioni a capitale interamente pubblico che prenderà il posto delle vecchie municipalizzate, al momento guidata dai funzionari dei vari Comuni, diretti dall'ingegner Sangirardi di Palazzo Gentile. C'è tempo fino alla fine dell'anno,
Quel che è certo è che l'Aro Bari 1 rischia di essere tra i pochi enti a poter continuare l'iter per l'affidamento del servizio di igiene urbana. La Regione Puglia, infatti, a seguito della scoperta di legami tra la ditta Avvenire Srl, che gestisce spiazzamento e raccolta a Gioia e in altri comuni del sud barese, con le 'ndrine calabresi testimoniati dalle indagini della Dia e della Procura di Catanzaro, ha congelato tutti gli appalti in corso, per poter gestire e controllare direttamente le nuove gare. Per di più rientra tra i pochi Ambiti di Raccolta Ottimale a non essere stato commissariato.