Incroci sociali riparte oggi

di La Redazione
Cronaca
09 novembre 2015

Incroci sociali riparte oggi

Ventidue nuove unità saranno impegnate nei pressi delle scuole pubbliche

Ripartirà quest'oggi "Incroci Sociali", il servizio di assistenza alle utenze deboli della strada (in altre parole i giovani pedoni, ndr) nei pressi delle scuole pubbliche dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado a Bitonto, Palombaio e Mariotto.

Il servizio, attivo ormai da sette anni, sarà affidato a trenta operatori, selezionati dal Comune, attingendo alla graduatoria 2014/2015 del progetto di inclusione sociale e lavorativa destinato a cittadini residenti, disoccupati e appartenenti a nuclei familiari in condizione di disagio socio-economico.

Lo scorrimento della graduatoria formata con l'avviso pubblico dello scorso anno ha consentito di individuare ventidue nuove unità. Queste vanno ad aggiungersi alle otto unità diversamente abili, confermate dal momento che sono le uniche presenti nella graduatoria.

"Incroci" è un'iniziativa realizzata dagli Assessorati al Welfare e alla Polizia locale con l'obiettivo di erogare una forma socialmente utile di aiuto alle famiglie in difficoltà. I beneficiari del sostegno economico, infatti, forniscono in contropartita alla comunità un servizio di pratica utilità, occupandosi quotidianamente del controllo della circolazione veicolare a tutela dei pedoni (alunni, genitori e personale scolastico) in coincidenza con l'ingresso e l'uscita da scuola. Una formula che registra ogni anno riscontri positivi, tanto da essere stata adottata anche da altri Comuni della provincia.

Gli operatori che presidieranno gli incroci nei pressi delle scuole cittadine sono stati assunti dalla cooperativa sociale Equal Time, partner del Comune nel progetto (coadiuvata dal Comando di Polizia Locale e dal Settore per le Politiche Sociali di Palazzo Gentil) e hanno seguito un corso di formazione propedeutico, coordinato dal comandante Gaetano Paciullo.

L'impegno lavorativo giornaliero richiesto è di un'ora, per un totale di sei ore settimanali: il servizio di assistenza, infatti, si articola in due turni giornalieri di trenta minuti, in corrispondenza dell'ingresso/uscita da scuola, dal lunedì al sabato o dal lunedì al venerdì con un rientro, a seconda dell'orario adottato dalle scuole di assegnazione. Agli operatori, oltre al compenso per le ore di servizio, vengono riconosciuti anche gli assegni familiari.

"L'iniziativa «Incroci sociali» - commentano il sindaco Michele Abbaticchio e l'assessore al welfare Francesco Scauro - rappresenta una best practice per l'Amministrazione comunale di Bitonto. I risultati conseguiti in questi anni dimostrano la bontà di una formula che coniuga efficacemente la solidarietà con l'impegno sociale, rendendo utile a vantaggio di tutta la comunità l'aiuto che questa, attraverso l'ente pubblico, garantisce ai cittadini in condizioni di disagio socio-economico""Va evidenziato - aggiungono Abbaticchio e Scauro - che questa Amministrazione ha voluto attingere da una graduatoria formulata con un avviso pubblico basato su punteggi oggettivi e non discrezionali, introducendo una novità che va nella direzione della trasparenza e del diritto all'equità".