I panni sporchi si lavano in casa. Io Sono Mia contro la violenza sulle donne

di La Redazione
Cronaca, Video
24 novembre 2015

L'associazione ha organizzato uno slow mob sul tema in piazza Aldo Moro

I panni sporchi si lavano in piazza. L'associazione Io Sono Mia ha scelto uno slow mob in piazza Aldo Moro per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della violenza sulle donne.

La scorsa domenica decine di donne - di fede ed etnie diverse - hanno lavato e steso simbolicamente della biancheria in piazza sotto la direzione artistica di Elisabetta Tonon e la cura estetica di Saverio Maggio. Un atto psicomagico collettivo perché lo slow-mob "si trasformi in una proposta di cambiamento e non di semplice denuncia". L'installazione è rimasta in piazza sino a sera.

Per un italiano su tre la violenza domestica sulle donne è un fatto privato da risolvere all'interno della famiglia. Nonostante la legge contro i femminicidi, solo il 7,2% di chi subisce violenza denuncia l'accaduto. Per molte persone quello che accade in una coppia non deve interessare agli altri. "I panni sporchi si lavano in casa" è ancora uno stereotipo imperante nella nostra cultura.

"Metterci in piazza può voler dire produrre una sanzione sociale reale, obbligare la politica a tornare a occuparsi dei problemi delle persone (non sarà mai troppo presto!) e l'intera società a sentirsene responsabile e ad affrontarli. Soprattutto per non far sentire sole le donne, ma per aiutarle a sentirsi tutelate - spiegano gli organizzatori - E quindi l'invito è quello di rompere il sielnzio con la nuova consapevolezza che i panni sporchi si lavano in piazza: la violenza sulle donne non è un incidente".

“Quando si è vittime di violenza bisogna parlare e denunciare” questo il messaggio dall’associazione presieduta da Ivana Stellacci, che BitontoTV ha intervistato.