Festa nazionale di Avviso Pubblico. Bitonto presente

di La Redazione
Politica, Cronaca
14 novembre 2015

Festa nazionale di Avviso Pubblico. Bitonto presente

Il vicepresidente Abbaticchio ha dedicato l'intervento a Sangirardi. Premiata una classe di una scuola primaria

Nel pomeriggio di giovedì nella Sala Giunta del Municipio di Napoli si è aperta la sesta edizione della Festa Nazionale di Avviso Pubblico, l'associazione che riunisce gli amministratori di Enti locali e Regioni impegnati a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati.

"Quale antimafia per l'Italia del XXI secolo?" è stato il tema di una due giorni molto intensi di incontri, riflessioni, dibattiti ed eventi sui temi legati alle buone prassi amministrative di prevenzione e contrasto alla corruzione e alla mafia messe in atto da amministratori locali e associazioni.

 

 

Il momento più intenso ieri mattina, quando presso il Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova è stato presentato il rapporto "Amministratori sotto tiro. Intimidazioni mafiose e buona politica", alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, Valeria Cardinali, componente Commissione parlamentare d'inchiesta sugli amministratori locali minacciati e il giornalista Sandro Ruotolo. Tra gli interventi quello di Michele Abbaticchio, vicepresidente di Avviso: "Sono stato onorato, quest'anno, di relazionare difronte ai prestigiosi ospiti di Avviso Pubblico". "Questa volta - racconta Abbaticchio - non abbiamo parlato solo di problemi relativi a mafie e intimidazioni, ma anche di alcune piccole e grandi vittorie sulla riappropriazione degli spazi. In particolare De Magistris ha apprezzato quanto fatto con l'orto sociale e il campetto di calcio di via Togliatti, riuscendo a smuovere qualcosa in una zona ad alto tasso criminale". Il Sindaco di Bitonto ha dedicato le sue parole a Giuseppe Sangirardi, il dirigente comunale vittima di un presunto atto intimidatorio nei giorni scorsi, quando la sua autovettura è stata avvolta dalle fiamme a pochi passi dal Municipio.

 

 

Nell'ambito dell'evento gli alunni della classe IV E della scuola primaria "Vito Felice Cassano" (Istituto comprensivo "Cassano-De Renzio") di Bitonto sono stati premiati per la partecipazione al concorso "Chiamami ancora amore. Un altro mondo è possibile", rivolto alle scuole statali e paritarie primarie (ultimo biennio) e secondarie di I e II grado, con sede nel territorio dei Comuni soci di Avviso Pubblico di Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia. Gli alunni bitontini hanno ricevuto una menzione speciale per la realizzazione del libro "Pillole di legalità", che ha raccolto tutti i loro disegni realizzati al termine di un progetto di educazione alla legalità.

Obiettivo del concorso, alla sua prima edizione, è quello di promuovere la formazione alla legalità con riflessioni e azioni che, partendo da esempi ed esperienze virtuose, suscitino tra gli studenti attenzione e coinvolgimento attivo a favore di modelli positivi di partecipazione e di convivenza nella legalità. Alla cerimonia di premiazione, oltre al Sindaco, ha partecipato anche la dirigente dell'Istituto comprensivo "Cassano-De Renzio", Anna Bellezza, che ha accompagnato la classe a Napoli.