Erri De Luca: ‘Con la parola mi difendo’

Federica Monte
di Federica Monte
Cultura e Spettacoli, Video
03 novembre 2015

Lo scrittore è stato ospite del Medimex. Guarda la video-intervista di BitontoTV

"La parola è ciò che mi ha salvato dall'usura del lavoro". Grande affluenza al Medimex, il salone dell'innovazione musicale, per l'incontro con Erri De Luca. Lo scrittore partenopeo ha partecipato al workshop in programma in Fiera, assieme al critico musicale Gianni Castaldo.

"Quando sento parlare del mestiere dello scrittore, io mi tiro fuori". Scrivere per Erri De Luca è sempre stata un'evasione dalla quotidianità lavorativa. Per questo non ha mai considerato quella di scrittore un impiego, "semmai qualcosa che col tempo mi ha portato reddito".

D'altro canto l'amore per la "parola" - "un utensile prezioso e indispensabile per affermarsi e per difendersi" - è nato mentre lavorava nelle fabbriche torinesi. "Mentre i miei colleghi operai dormivano sull'autobus che li avrebbe accompagnati a lavoro, io leggevo". racconta lo scrittore partenopeo, reduce dall'acclamata assoluzione nel discusso processo legato alla TAV, nel quale era stato accusato di "istigazione alla violenza" per essersi dichiarato contrario all'opera e aver espresso solidarietà ai manifestanti della Val di Susa.

L'incontro, come già scritto, è stato uno dei più seguiti dell'intero Medimex e certamente uno dei più intimisti. De Luca ha raccontato aneddoti della sua vita: da attivista in età giovanile ad operaio in tutta Europa. Un uomo che da autodidatta ha studiato sui testi classici e della tradizione, in grado di leggere diverse lingue come il russo, lo swahili, il francese, tutte apprese autonomamente "per conoscere - sostiene - la forma linguistica originaria di un libro senza passare dalla traduzione". O l'aramaico di cui si è servito per leggere la Bibbia, pur essendo non credente.

De Luca non ha nascosto l'amore per la musica, specialmente per la canzone napoletana, "A Napoli se nasci stonato è peggio che avere qualche menomazione fisica, così sin da piccolo sono stato educato alla musica". Oggi lo scrittore collabora con alcuni artisti per la scrittura di brani musicali: a breve sarà pubblicato il lavoro svolto con Stefano di Battista e Niky Nicolai.

Guarda la video-intervista realizzata da BitontoTV.