Il Sindaco sulla migrazione dei consiglieri: 'Non sono preoccupato'

di La Redazione
Politica
02 ottobre 2015

Il Sindaco sulla migrazione dei consiglieri: 'Non sono preoccupato'

Michele Abbaticchio si dice sereno e pronto a continuare con l'attività amministrativa. E stuzzica Rutigliano

"Pensiamo ai problemi della città". Michele Abbaticchio commenta laconico le fibrillazioni politiche delle ultime ore che vedrebbero la minoranza impegnata in una vera e propria campagna acquisti tra le fila della coalizione di governo.

"Molti mi chiedono di problemi e fibrillazioni politiche, di campagne acquisti varie verso i consiglieri comunali di maggioranza - scrive il Sindaco su Facebook - Mi chiedono se sono preoccupato di questo. No, non lo sono". Il sospetto è che, dopo il passaggio al Partito Democratico di Francesco Rutigliano - che non ha ancora rivelato le motivazioni politiche del cambio di casacca, disertando l'ultima riunione di Consiglio - l'opposizione, capeggiata da Natilla, sia galvanizzata e continui l'opera di persuasione, sfruttando ogni piccola crepa nel muro della maggioranza. Come il socialista Gala che, durante lo scorso Consiglio Comunale, si è unito all'emiciclo destro nel biasimare alcuni atti del Gal Fior D'Olivi.

 

Molti mi chiedono di problemi e fibrillazioni politiche, di campagne acquisti varie verso i consiglieri comunali di...

Posted by Michele Abbaticchio on Giovedì 1 ottobre 2015

 

Il primo cittadino, tuttavia, si dice sereno. "Mi preoccupo "solo" dei tanti problemi della Città, di velocizzare al massimo le nuove opere ed i nuovi servizi che cerchiamo di garantire (ieri opere sportive e sociali alla 167, l'8 ottobre tocca alla biblioteca comunale, a breve tanto altro) di acquisire fondi esterni per aiutare i servizi sociali, le opere pubbliche, l'attrattività territoriale".
"Non mi preoccupo di chi vive per l'importanza del ruolo (tutto passa, ricordiamolo tutti) - in aperto j'accuse con i malpancisti - ma delle forze politiche e dei consiglieri comunali che lavorano costantemente su aspetti critici ed atavici, sollecitandomi riservatamente o pubblicamente. Sono uomini che credono in un progetto e lavoreranno fino all'ultimo per questo".

"Chi ne ha creato un altro o vuole, semplicemente, abbandonare tutto (pur restando in carica in virtu' della vittoria elettorale di questo Sindaco e di questa Coalizione - chiaro è il riferimento a Rutigliano, ndr) è libero di farlo, anche per interessi che giudicherà la gente (e, inevitabilmente, i propri elettori). Sarà l'unico capitolo di questa esperienza che non mi vedrà interessato" conclude Abbaticchio. Le tensioni sembrano preludere ad una mossa sorpresa in autunno, quando l'opposizione potrebbe provare una mozione di sfiducia. Resta da capire se Natilla riuscirà ad ingrossare le fila dei suoi sostenitori, pescando tra gli abbaticchiani. Ma soprattutto se la maggioranza riuscirà ad aprirsi a nuove forze, che potrebbero riequilibrare la partita.