Palmieri: 'La mia esperienza per guidare la Puglia'

Savino Carbone
di Savino Carbone
Elezioni Regionali 2015
23 May 2015
Photo Credits: Annamaria Frascella

Palmieri: 'La mia esperienza per guidare la Puglia'

Il Presidente del Consiglio Comunale presenta la sua candidatura alla Regione

"Una politica di servizio". Vito Palmieri, candidato al Consiglio Regionale per la lista La Puglia con Emiliano, non ha dubbi: "Per continuare una buona amministrazione regionale serve esperienza e competenze". Il presidente del Consiglio Comunale di Bitonto è stato tra i primi esponenti della politica locale ad ufficializzare la propria candidatura a sostegno dell'ex sindaco barese, "ho iniziato a lavorare sulla mia candidatura già durante le vacanze natalizie, adesso sono pronto al rush finale".

Parola d'ordine per Palmieri è "esperienza". Quella maturata in quasi quarant'anni di lavoro negli enti pubblici, come segretario comunale, membro di nuclei di valutazione e consulente delle Asl."Intendo portare le mie competenze - spiega il Presidente - in un livello di governo più ampio, come può essere inteso quello regionale". Ecco perchè lo slogan "Una politica di qualità? Io servo...la Puglia". "Il termine servire - continua Palmieri - va oltre il primo significato. La radice di provenienza sta ad indicare anche l'intreccio, che è quello che dà l'identità di una persona".

Identità, ma anche "orgoglio delle proprie radici". Il programma di Palmieri - già assessore della Provincia all'Agricoltura e al Turismo - poggia su tre punti: agricoltura, ambiente e turismo. "Se non partiamo dal territorio, non possiamo costruire nulla per l'avvenire". La campagna elettorale, però, non è solo slogan e Palmieri lo sa bene: "Sto lavorando su tutti i territori della Provincia e devo dire che sto avendo riscontri positivi".

Più difficile la situazione locale, dove il Presidente del Consiglio può contare sul sostegno di Laboratorio, tra le liste civiche più suffragate all'ultima tornata amministrativa. Ma poco sul resto della coalizione, divisa tra Michele Daucelli, Guglielmo Minervini, Cesare Veronico, Renato Bucci e altri candidati. "Mi dispiace che Bitonto corra ancora una volta divisa - commenta Palmieri - ho tentato fino all'ultimo il dialogo. Ma hanno prevalso altre logiche. E' chiaro che accetto la situazione, ma non temo affatto la competizione". E lancia l'appello ai bitontini: "Tra i sette (candidati locali, ndr) scegliete il più affidabile".