Bilancio positivo per le Feste Patronali

di La Redazione
Feste Patronali 2015
27 May 2015

Bilancio positivo per le Feste Patronali

Abbaticchio: 'Centro antico animato'. Per Pice vinta la scommessa sugli eventi culturali

Tradizioni e cultura. Con la processione per le vie del centro dell'immagine di Maria SS. Immacolata sono giunte al termine le Feste Patronali 2015. Una settimana densa di appuntamenti religiosi e profani, culminata nelle celebrazioni di ieri, 26 Maggio, giorno in cui, secondo tradizione, ricorre l'anniversario del miracolo mariano.

"E' un bilancio tutto sommato positivo - spiega il sindaco, Michele Abbaticchio - nonostante il cattivo tempo in tanti hanno scelto di vivere la città". Complice "la felice coincidenza di Cortili Aperti" (secondo il presidente del Comitato Feste Patronali, Nicola Pice), "il centro - continua il primo cittadino - è stato per più giorni animato". Il weekend piovoso, infatti, non ha impedito a migliaia di vivere i momenti più emozionanti della festa, su tutti lo scoprimento del quadro e la spettacolare accensione delle luminarie.

"I locali del borgo antico e delle periferie hanno esaurito presto i posti disponibili, sono molto contento dell'indotto generato" è il commento di Abbaticchio, che spiega come le Feste Patronali siano state "l'ennesima dimostrazione di una politica di marketing territoriale che premia". "L'amministrazione Pice ha fatto tanto per la riqualificazione di alcuni beni storici e la nascita di un sistema cultura a Bitonto - puntualizza Abbaticchio - la nostra Amministrazione sta continuando il percorso, conferendogli un imprinting di promozione, che punta ad esportare le bellezze della città in tutta la Regione e ad attrarre nuove fasce d'utenza, come quella giovanile".

In sintonia, con l'Abbaticchio-pensiero, Nicola Pice che spiega come sia "fondamentale la continuità in un programma amministrativo. Bisogna sapere guardare avanti e scommettere sul tempo a venire". Il presidente si mostra felice della riuscita delle Feste che sono state soprattutto un momento di riflessione religiosa e culturale profonda: "La peregrinatio dell'immagine per i quartieri della città ha registrato una partecipazione molto sentita da parte dei cittadini, la gente è rimasta molto contenta di tutte le celebrazioni legate all'Immacolata".

L'elemento di novità di quest'anno è stato l'apertura alla cultura. "Momenti come la mostra sulla Grande Guerra, il Simposio di Scultura e la piccola permanente dell'Accademia di Belle Arti - sottolinea soddisfatto Pice - sono stati importanti perchè hanno avvicinato la cittadinanza al mondo dell'arte e della storia, approfittando dell'appuntamento religioso e di folklore". Un anno-prova che nel tempo potrà trovare una formula stabile, "l'auspicio è che in futuro si possa contare su eventi che, nel corso dell'anno, preparino alla festa".

IMG_0009.jpg
IMG_0048.jpg
IMG_0124.jpg
IMG_0069.jpg
IMG_0055.jpg
IMG_0130.jpg
IMG_0029.jpg
IMG_0056.jpg
IMG_0061.jpg
IMG_0003.jpg